Tutti gli articoli di ponsacco5stelle

#TrasportoPubblico MiglioreCercasi

treno affollato

Il M5S è da sempre lo strumento attraverso il quale i cittadini possono esprimere la loro opinione e partecipare alla vita pubblica del loro paese, città, regione e stato.

Oggi vogliamo riportare la testimonianza di uno dei nostri più giovani attivisti. che ci racconta le difficoltà che si hanno anche tra i più giovani per poter arrivare a quello che dovrebbe essere il luogo più sacro di uno stato democratico, ovvero la scuola!

 #TrasportoPubblicoMiglioreCercasi

Autobus guasto , studenti a piedi ;

– Gli studenti sono troppi l’autista li fa scendere ;

– L’Assalto a i pulmann ;

– Con i bus in sub affidamento, Ctt arriva in orario ;

– Meno corse e bus pieni, è questione di sicurezza ;

– Mancano i pullman, lo denunciamo da anni ;

Che il trasporto pubblico sia sempre stato problematico è risaputo, ma che uno studente per poter salire su un autobus deve letteralmente lottare, questo no, non è risaputo.

Dall’inizio di quest’anno scolastico salire su un autobus per un pendolare è diventata una vera e propria impresa, perchè in conseguenza al fatto che 7 autobus siano stati rottamati per la loro eccessiva anzianità (20 anni), il numero di corse alla mattina e al pomeriggio è stato considerevolmente ridotto.

Insomma ci ritroviamo quindi noi studenti la mattina e il pomeriggio a sperare in un posto, non necessariamente a sedere, ma perlomeno in piedi. Ci ritroviamo tutti i giorni a dover sopportare autobus che sono portati al limite, pur di portarci a scuola o a casa.

Non c’è da stupirci se poi si leggono notizie del tipo “L’assalto ai pulman” o cose simili, perché la verità è proprio questa, io come studente lo riconosco e dico tranquillamente che salire sul bus la mattina sia diventato un vero e proprio assalto, perché è solo così, tra spintoni e quant’altro che riesco a salire sul bus per il quale ogni mese pago l’abbonamento. La mattina è così, il pomeriggio forse peggio , dato che oltre alla stanchezza di una mattinata di scuola, c’è anche un po di fame, fame  che si fa sentire sopratutto dopo non essere riuscito a salire su due o tre bus di seguito.

Ma è proprio il fatto di non essere riuscito a salire sul primo bus che ti spinge a fare di tutto pur di non doverti ritrovare a rimanere a piedi e da li la lotta  per il posto in piedi .

Insomma , è diventata una situazione che ha dell’inverosimile , ed a pagarne le conseguenze siamo come al solito noi pendolari , che per arrivare a destinazione dobbiamo sopportare una pessima gestione di trasporto pubblico.

 

acquazzoni e allagamenti

E’ vero, il clima è cambiato, piove in maniera brutale e imprevedibile.

E’ autunno, cadono le foglie.

Quando piove, le foglie vengono convogliate sulle griglie delle fogne e le ostruiscono.

La spazzatura delle strade ogni 15 giorni non è sufficiente a risolvere questo problema e far passare la pulizia ogni 2-3 giorni diventerebbe difficile.

Dobbiamo aiutarci NOI.

Prendiamo la buona abitudine di tenere pulite le griglie, anche quando piove, tutti, ciascuno guardi davanti casa sua e se c’è una griglia ci pensi, altri verranno ad aiutarvi.

Aprire e togliere la griglia, oltre che pericoloso perchè qualcuno potrebbe cascarci e farsi male, è anche inopportuno perchè le foglie e lo sporco vanno direttamente in fogna (che usa il circuito delle acque bianche) e potrebbero ostruire i condotti e le vie di scorrimento delle acque pluviali.

Aiutiamoci, o non ci aiuterà nessuno.

All’amministrazione chiediamo un occhio di riguardo per le strade con molti alberi, perchè  si può chiedere al cittadino di dare una spazzata a una griglia, anche ogni 2-3 giorni, non certo di rastrellare tutto viale della Rimembranza.

La verità oltre i Proclami

PAGA-E-TASI-400x203

Abbiamo parlato della TASI e di come, nonostante gli strombazzanti proclami della nostra Sindaca, non sia affatto vero che abbiamo le aliquote più basse della Valdera.

Bene, dato che nell’articolo “Tasi questa sconosciuta” abbiamo parlato delle vere differenze che intercorrono tra Ponsacco e gli altri Comuni, abbiamo pensato di renderle ancora più chiare, mettendo nero su bianco i differenti valori catastali e la loro incidenza su quanto si paga.

In questa slide potete vedere la differenza dei valori applicati dai Comuni alle diverse fasce di Rendite Catastali.

prospetto tasi

Come potete vedere a Ponsacco, se facciamo eccezione della fascia 0-300 in cui i fabbricati si contano con due mani) non sono applicate MAI le aliquote più basse. Applichiamo invece le più alte nelle due fasce che vanno da 900 a 1.200, piazzandosi, orgogliosamente, sul secondo posto del podio per le fasce da 700 a 900 e da 1.200 a 20.000.

In questa immagine diventa ancora tutto molto più chiaro, e se Pontedera viene letteralmente dissanguata dalla sua Amministrazione, Ponsacco non può certo stappare lo Champagne come la Sindaca Brogi ci ha dato ad intendere.

prospetto tasi 2

 

Infine alleghiamo pure la slide relativa a ville e castelli, anche se in questo caso non ci sentiamo di fare commenti.

prospetto tasi 3

In sostanza, mano ai portafogli che le sanguisughe stanno bussando!

M5S Ponsacco

Il furto dell’acqua, ovvero “QUESTIONE PRESIDENZA AIT”

acqua pd

Quello di cui oggi siamo costretti a darvi comunicazione e’ l’ennesima dolente nota suonata dal sedicente Partito Democratico. La questione e’ la presidenza dell’AIT,  ovvero l’Autorità’ Idrica Toscana.

La presidenza del suddetto organo, sarebbe spettata di diritto al Sindaco di Livorno, e tutto sarebbe andato liscio se a vincere le elezioni non fosse stato il M5S con Filippo Nogarin,

Ovviamente, non sia mai che la presidenza di un organo cosi importante venga affidato al M5S, mica vogliamo qualcuno che fa l’interesse della popolazione a discapito dei soliti “amici degli amici” vero ?

E pertanto, i nostri “onestissimi e trasparentissimi” Sindaci e vertici del PD, si sono inventati, per non dare la Presidenza al M5S.

Noi, ovviamente, non ci possiamo piegare all’ennesimo sopruso perpetrato ai danni di tutti i cittadini Toscani, e pertanto , grazie agli Attivisti del MU di Grosseto, abbiamo analizzato le normative e questo e’ la relazione che manderemo alla stampa.

 

IL PRESIDENTE DI AIT DEVE ESSERE IL SINDACO DI LIVORNO

 

Ieri, insieme all’avv. Claudio Fiori, abbiamo approfondito la normativa che regola il funzionamento dell’AIT. Stimolati dal comunicato stampa del forum italiano dei movimenti per l’acqua che, a nostro giudizio, contiene elementi fuorvianti, abbiamo redatto questa paginetta. Fatene l’uso che volete. Noi suggeriamo di uscire sulla stampa, ognuno nel proprio territorio. L’argomento è molto importante e quello che stanno facendo è gravissimo!

Continua la lettura di Il furto dell’acqua, ovvero “QUESTIONE PRESIDENZA AIT”