LA SALUTE DEI PONSACCHINI NON SI RIMANDA ANCORA!!

Geofor_Maleodoranze

Il Movimento 5 stelle di Ponsacco nel consiglio comunale del 30 settembre 2016, aveva presentato una mozione, poi approvata all’unanimità, per impegnare il sindaco ad attuare le procedure necessarie per istituire la Commissione Urbanistica, assetto del territorio, lavori pubblici, Ambiente, Manutenzioni, Protezione Civile e Sicurezza e a convocare il Presidente Geofor, terzi eventuali ed il Presidente dell’agenzia Arpat, domandando loro di illustrare le valutazioni fatte e i dati ottenuti relativamente alla questione delle maleodoranze degli impianti di Gello di Pontedera.

Ma cosa è stato fatto da allora? 

È stata installata  dal comune di Pontedera, in località Gello, una centralina fissa di monitoraggio della qualità dell’aria per un controllo di 5 giorni, per i mesi di ottobre, novembre e dicembre, dei livelli delle sostanze inquinanti e nocive immesse nell’aria, con l’impegno di rendere pubblici i rilevamenti effettuati.

Ma ad oggi , non c’è traccia dei rilevamenti fatti, se non un post su FB del Sindaco Millozzi in cui dichiara che l’aria non è inquinata mentre la convocazione della Commissione da parte della Sindaca di Ponsacco Francesca Brogi, non è stata ancora calendarizzata dopo mesi e richieste!

Come Movimento 5 stelle e cittadini torniamo a ribadire che non sia sufficiente monitorare la qualità dell’aria solo 5 giorni al mese.

Quindi torniamo a chiedere: Chi ha deciso i giorni in cui fare i rilevamenti? Chi ha deciso il posizionamento delle centraline? E’ stato elaborato uno studio di modelli di dispersione  in base alle condizioni meteo della zona? Chi ha stabilito quali sostanze odorigene doveva  rilevare la centralina? Quali strumenti sono stati utilizzati per fare i rilevamenti, panel o nasi elettrici? Con quale criterio è stata scelta l’azienda che ha fatto tali rilevamenti? Quando sono stati  rilevati e stampati i dati delle emissioni, qualcuno ha  controllato che tali dati non siamo stati edulcorati? Insomma chi ha controllato che tutto sia avvenuto secondo le buone pratiche di rilevazione se non c’è un protocollo specifico? E soprattutto i controlli dell’aria verranno effettuati anche per l’anno 2017? Sono state adottate le soluzioni urgenti  indicate da Arpat  nel comunicato stampa del 6 settembre 2016?

In questo caso non ci bastano il rispetto delle leggi nazionali in materia di tutela ambientale e quindi della salute pubblica, occorre uno sforzo in più per dare un segnale vero di cambio di rotta nella gestione troppo superficiale dei rifiuti fatta finora a tutti i livelli istituzionali.

Torniamo a chiedere trasparenza, rispetto dei diritti costituzionalmente garantiti e che l’amministrazione comunale si faccia carico di controllare che aziende pubbliche come Geofor ed Ecofor rispettino i cittadini che pagano tali servizi perché funzionino al meglio.

Ribadiamo sulla Commissione Urbanistica:

... non è stata ancora calendarizzata dopo mesi e ripetute richieste!

Noi però, non  abbiamo intenzione di rinunciare  e continueremo ad insistere per ottenere ciò che dovrebbe spettare di diritto ad ogni cittadino e quindi a tutti noi, ovvero  risposte chiare e certe.

 

“A rivedere le stelle”

 

 

Ponsacco5Stelle

INCHIESTA PARCHI PUBBLICI 4

Giochi per l’infanzia installati nel Parco Pubblico in via Leonardo Da Vinci in carico al Comune

La nostra ricerca continua, oggi il parco pubblico preso in analisi dal Movimento 5 Stelle è quello in via Leonardo Da Vinci, e come abbiamo notato nel parco pubblico di via Raffaello Sanzio, poco lontano da questo, anche qui manca il cartello di parco comunale … e come il suo omonimo abbiamo pensato che forse anche qui vogliono far perdere le tracce per quanto riguarda la gestione?20170111_155353
Come per gli altri, in relazione alla sicurezza dei giochi per l’infanzia collocati all’interno di tutti i giardini Comunali (parchi pubblici) del Comune si evince che anche questo parco deve rispettare le
Normative Europee UNI EN 1177/2008 e UNI EN 1176-7 1999
in materia di sicurezza dell’assorbimento di impatto e Sicurezza del Gioco stesso installato.

 

20170111_155314

Fig. 1 : Trave oscillante, assenza rivestimenti antiurto/ anti trauma a terra! Non ha la targa di certificazione TUV.

CIMG0003

Fig. 2 : Dondolo dove risulta assente anche qui il rivestimenti antiurto/anti trauma a terra! Ha la targa di certificazione TUV

20170111_155429

Fig. 3 : Trave oscillante senza rivestimenti antiurto/anti trauma a terra, il gioco ha la targa di certificazione TUV in testata, però manca di manutenzione ordinaria, visto che uno dei due manubri è staccato!

20170111_155336

Fig. 4 : Dondolo dove risulta assente anche qui il rivestimenti antiurto/anti trauma a terra! Ha la targa di certificazione TUV

VISTA:

Anche qui la mancanza di rivestimenti antiurto/anti trauma posti sotto ai giochi con altezza di impatto superiore a cm 60/100 (dondoli e travi oscillanti) ed in riferimento alla normativa stessa finalizzati ad ammortizzare l’impatto di caduta durante il gioco, i bambini possono subire lesioni anche gravi.

CONSIDERATO CHE:
al fine di evitare infortuni, il proprietario o il gestore deve assicurarsi che per ciascuna area di gioco debba essere stabilito e mantenuto un adeguato programma di ispezione.

VERIFICATO CHE:
allo stato attuale, all’interno del parco pubblica di via Leonardo Da Vinci, non sono presenti detti rivestimenti e che detti controlli risultano non essere attivi!!!
RITENIAMO CHE:
quanto esposto precedentemente sia in palese contrasto con le Normative vigenti.

P.S. : Abbiamo notato che nel parco di via Don Minzoni è stata smantellata la vecchia altalena fuori norma e sostituita da una nuova (fig. 5), rispettosa delle norme vigenti. Siamo soddisfatti della nuova altalena (speriamo sollecitati anche dalla nostra denuncia fatta nei mesi scorsi) , e approfittiamo per sensibilizzare ulteriormente l’amministrazione Comunale per il ripristino di tutti gli altri giochi in via Don Minzoni, ” hanno fato trenta che faccino trentuno ” affinché provvedino a mettere in sicurezza anche lo scivolo con torretta.

20170111_122932

Fig. 5

L’indagine continua alla prossima puntata!!

 

GIORNATA NAZIONALE DEGLI ALBERI

festa-alberi

Per l’importanza che il Movimento 5 Stelle attribuisce al tema dell’eco-sostenibilità e per la preoccupazione che ha suscitato in noi il documento pubblicato sul sito del Comune di Ponsacco, secondo il quale la nostra cittadina è stata inserita tra i comuni critici per il superamento dell’emissione di materiali particolati PM10,

Avviso cittadinanza

il 18 novembre scorso abbiamo presentato al Consiglio Comunale una mozione con la quale, in sintesi, si chiedeva:

  • La convocazione di un Consiglio Comunale APERTO in occasione della “Giornata Nazionale degli Alberi” durante il quale avremmo potuto avere come relatore un membro dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali
  • L’istituzione di un premio letterario nelle scuole primarie, intitolato al Premio Nobel per la Pace 2004 Maatai Wangari https://it.wikipedia.org/wiki/Wangari_Maathai
  • La destinazione dei gettoni di presenza al suddetto consiglio del Sindaco, della Giunta e dei consiglieri tutti alla piantumazione di nuovi alberi

Mozione

Perché un premio per le scuole di primo grado alla memoria del premio Nobel per la pace alla keniota WANGARI MAATHAI, si chiederanno in molti (ma se lo sono chiesto anche i consiglieri che non avevano idea di chi Ella fosse)?  Per il contributo che la biologa centroafricana ha portato alla causa dello sviluppo sostenibile, della democrazia e della pace.

Perché un Consiglio Comunale APERTO? Perché  l’auspicio del movimento 5 stelle di Ponsacco è di aprire le istituzioni alla cittadinanza affinché se ne riappropri.

Perché la piantumazione di nuovi ALBERI? Per iniziare a dare risposte naturali al problema delle emissioni di materiale particolato fine PM10 e per adeguarsi, anche se in forte ritardo, alla normativa prevista dalla legge n.10 del 14/01/2013 che obbliga i comuni sopra i 15.000 abitanti a piantare un albero per ogni bambino registrato all’anagrafe o adottato.

Ebbene, la mozione è stata BOCCIATA dalla maggioranza vista la nostra indisponibilità a portarla in Commissione al fine di effettuare modifiche che ne avrebbero cambiato completamente il significato . Le altre opposizioni, o almeno i consiglieri presenti alla seduta, forse data la complessità dell’argomento, hanno preferito astenersi del tutto…..

Quel che è peggio però è che il No del Consiglio è un No ai Cittadini a partecipare ad un consiglio comunale!

Il Movimento 5 Stelle di Ponsacco non può assolutamente condividere questi principi e metodi di gestione della cosa pubblica di una classe politica locale sprezzante della educazione dei ragazzi, della salute dei cittadini e della tutela del verde urbano, anche se obbligati per legge.

….ma questo è solo il primo atto…….a riveder le stelle….

Per i 5 Stelle ogni promessa è debito!!!

15032664_1150586841686079_5163914266083980577_n

Ieri mattina, Sabato 19 Novembre 2016, come promesso, c’è stato il  restitution day di Ponsacco, dove  i consiglieri e portavoce del Movimento 5 Stelle locali hanno effettuato la consegna presso la Direzione Scolastica dell’istituto Comprensivo “Lapo Niccolini”, stiamo parlando di 140 risme di carta A4 e vari cartoni in modulo continuo, donati alla scuola ed interamente acquistata con i gettoni di presenza dei due consiglieri (ndr. ci piace ricordare che i gettoni sono l’unico emolumento destinato a tale carica pubblica).

Una politica fatta dai cittadini al servizio dei cittadini; una politica trasparente che rispetta quanto detto in campagna elettorale. Questa è la politica che vogliamo!!!

Qui sotto una piccola galleria fotografica che testimonia  il momento della consegna, ringraziamo i due consiglieri, il Meet-Up di Ponsacco e i nostri attivisti locali per la collaborazione fornita sia per la logistica che per il trasporto, ma non poteva essere altrimenti vista l’ottima iniziativa.

Riuscite ad immaginare di cosa saremmo capaci se invece di avere solo due consiglieri e per giunta all’opposizione, fossimo noi gli amministratori?

Cittadini in MoVimento