Archivi categoria: Scuola

PRIORITA’: ‘un ci sono i soldi.

 

NUOVO IMPIANTO SPORTIVO IN LOC. I POGGINI

image

La nostra amministrazione nonostante l’impegno preso in CC con apposita delibera n. 69 del 28/09/2017 oggi, ha dichiarato di non avere trovato le coperture per fare le verifiche statiche e sismiche delle nostre scuole, insomma ha detto che un ci sono i soldi.

Allora ci siamo domandati quali siano le vere priorità di chi ci amministra visto che spesso i soldi vengono trovati.

Un esempio è il tendone che sta sorgendo in località “I Poggini” e che viene decantato a destra e manca come una palestra alla avanguardia.

Un impianto sportivo polivalente destinato ad ospitare varie attività sportive al coperto ed in modo particolare la ginnastica artistica e ritmica, la pallavolo e la pallacanestro ( PROGRAMMA OO.PP. ANNO 2017 ).

 Ebbene, per questo impianto – “pallone”- i soldi non solo sono stati trovati ma si sono pure  moltiplicati : da Euro 650.000,00 siamo arrivati  a Euro 1085.000,00.

 … l’Amministrazione ha redatto un progetto di fattibilità tecnico-economica, a firma dell’Arch. Andrea Giannelli, il cui importo complessivo ammonta a € 650.000,00 articolato in due stralci rispettivamente il I dell’importo di           € 200.000,00 e il II di 450.000,00 approvato con Deliberazione di G.C. n. 47 del 28.03.2017; …”.

“ … L’Amministrazione nel corso dell’anno ha inteso di modificare il progetto dell’impianto sportivo coperto in modo da renderlo idoneo per l’attività agonistica finalizzata a gare di livello locale di tipo 2, ai sensi delle norme CONI vigenti;

Tale scelta comporta la realizzazione di impianti più performanti, rispetto ad una palestra ad uso non agonistico, che risultano pertanto più costosi; …”   ( dlg N° 122 del 31/10/2017 ).

 OPS !!!

I soldi sono stati stanziati per una Palestra di livello non agonistico ma poi, in corso d’opera, l’impianto sportivo è divenuto idoneo per l’attività agonistica, dunque più costoso !!!

Ecco che l’amministrazione si vanta del suo risultato ed obbiettivo raggiunto: “ un pallone gonfiato”, …. ma intanto:

niente controlli statici e antisismici alle scuole, come avevano promesso,

e nuova scuola R. Fucini senza palestra!

Ma i Cittadini che ne pensano?

A riveder le stelle

 

Abbiamo proprio bisogno di una scuola nuova a Ponsacco?

Lo sapevate che i progettisti delle strutture del nuovo edificio sono gli stessi che hanno relazionato circa l’inadeguatezza statica del vecchio edificio?

A suo tempo è stato chiesto all’amministrazione di approfondire l’argomento circa l’inadeguatezza statica dell’edifico e su eventuali interventi di rinforzo o rifacimento da intraprendere, offrendo il contributo delle opposizioni all’interno di un’apposita commissione da istituire sull’argomento. Ma ovviamente l’amministrazione ha chiuso la porta in faccia alla partecipazione sia tecnica che politica da parte delle opposizioni. Scuole-fucini-ponscacco2La nostra richiesta era dettata dal fatto che credevamo che la priorità su un argomento come questo fosse quella di trovare un percorso che permettesse di spendere al meglio le poche risorse che purtroppo possono essere messe in campo per ottenere il miglior servizio scolastico possibile, l’amministrazione ha dimostrato invece di essere più interessata a dare dei segnali nel più breve tempo possibile e soprattutto dimostrare di aver “fatto qualcosa” prima della fine del mandato, e questo a nostro avviso comporterà spendere di più per avere delle strutture peggiori.

Sappiate che ci sarebbe potuta essere la possibilità che nell’ambito della dichiarazione di inadeguatezza statica delle scuole Fucini, l’Amministrazione avrebbe potuto mettere in campo alcune questioni di carattere tecnico giuridico per prolungarne l’uso come di fatto è avvenuto fino all’anno precedente.

Con una quota parte (probabilmente neanche la metà) dei soldi spesi per il noleggio dei container 120000 euro annui si sarebbero potuti fare dei lavori in somma urgenza di messa in sicurezza statica delle scuole Fucini.

Infine si sarebbe potuto pianificare, con i tempi dovuti, il progetto di una nuova scuola magari in un luogo più adatto rispetto a quello ove è ubicata la scuola oggi, in modo da fare sì una scuola moderna che rispetti gli standard delle ultime linee guida del Miur, senza forzare a far entrare 10 classi in un lotto che ne dovrebbe a malapena contenere 5; anche perché una scuola costruita nuova oggi ce la portiamo avanti per i prossimi 50 anni almeno, e sarebbe bene che fosse il frutto di una meditazione progettuale urbanistica architettonica coscienziosa e non il frutto di una mera campagna elettorale….