Archivi categoria: Mozioni Presentate

” BARATTO AMMINISTRATIVO ” RILANCIA LA CITTADINANZA ATTIVA

 

Sempre più numerosi sono i Comuni che prevedono la possibilità per i propri cittadini, titolari verso l’Ente di debiti di vario genere (imposte, tributi, ecc.), di barattare il mancato pagamento di questi con una propria prestazione, che sia socialmente utile.

 Il baratto amministrativo consente di tutelare il diritto di ciascun nucleo familiare di preservare le risorse economiche per i bisogni primari, garantendo al tempo stesso il rispetto delle regole di pagamento dei tributi, seppur in una forma alternativa rispetto alla tradizionale pecuniaria.

Tale principio introdotto dal decreto ” Sblocca Italia ”  del 2014 è pensato per venire incontro ai cittadini in difficoltà nel pagamento di una tassa locale.

Esperienze positive si hanno ad Ascoli Piceno e altre città, quì in Toscana  è stato applicato per la prima volta  nel Comune di Massarosa. Come riporta il Sindaco di quel comune, questa iniziativa ha consentito l’apertura anticipata della scuola andando incontro alle esigienze dei lavoratori e  ai cittadini attivi  di beneficiare dello sconto fiscale .

II M5S di Ponsacco ha presentato una mozione discussa in Consiglio Comunale chiedendo l’applicazione del baratto amministrativo, visto il contesto sociale in cui viviamo,  dove  le famiglie sono sempre più in difficoltà economica  e il tessuto produttivo non riesce ad assorbire la manodopera locale.

Sorprendentemente ci siamo trovati con l’intero Consiglio Comunale contrario alla nostra proposta.

Maggioranza e opposizione hanno detto No !!!

Le motivazioni sono state le più disparate :  rispetto del pareggio di bilancio da una parte, uniformità di trattamento dall’altra…tutto questo ha portato ad un risultato negativo, non per il M5s,  ma per i cittadini .

Sono i cittadini economicamente più deboli di Ponsacco che con questa scelta perdono un’opportunità offerta loro dalla legge ( voluta dallo stesso PD) per far quadrare ” i conti familiari” e mantendo la loro dignità.

In questo caso è il risultato quello che conta e ci ha mostrato come alla maggioranza di ” Palazzo ”  non interessa favorire  i cittadini in “difficoltà”, quanto invece dimostrare la propria “arroganza”  contro chi fa proposte serie e costruttive nel rispetto della legge.

 

Non ci stancheremo mai di dirlo perché ci crediamo profondamente:

Nessuno deve rimanere indietro!

A riveder le stelle

Sindaco e PD, dicono NO alla mozione sicurezza presentata dal Movimento 5 Stelle.

Sindaco e Partito Democratico dicono NO alla mozione sicurezza presentata dal Movimento 5 Stelle.

Sicurezza

In questa mozione il M5S chiedeva esclusivamente di incidere politicamente sul Prefetto affinché potesse agire, in seno al comitato provinciale di Ordine e Sicurezza pubblica, per il recupero delle forze dell’ordine da distribuire sui territori. Anche Ponsacco ne avrebbe potuto beneficiare grazie ad una legge del 1981 (Riforma di Polizia) ancora non del tutto applicata; legge di cui lo stesso partito che oggi boccia la nostra mozione, all’epoca PCI, fu ampio sostenitore!

Si chiedeva, in sostanza,  l’istituzione delle sale operative comuni delle forze dell’ordine (art. 21 legge121/1981) – finalizzate alla razionalizzazione delle risorse umane.

Che la gestione politica locale sia diventata partitocratica e poco lungimirante, lo si estrapola dalle stesse parole del sindaco allorché, durante l’intervento in consiglio comunale,  dice: “Le forze dell’ordine si scontrano con i limiti di personale che poi scontano i territori. La richiesta dovrebbe venire da tutti i territori”.

Perché il Sindaco fa finta di non capire? Era infatti quello che il M5S diceva e voleva. Se dice le stesse cose che diciamo noi, perché ha bocciato la mozione?

Socrate diceva “chi vuol muovere il mondo prima muova se stesso

Ci rivolgiamo a te, caro Sindaco, approvando questa mozione, oggi avevi la possibilità di farlo e non lo hai fatto, aspetti che il primo passo lo facciano gli altri e così, non muovendoti tu, non muovi neanche il mondo.

E Ponsacco, ancora una volta all’insaputa dei suoi cittadini, resterà indietro!

“MALEODORANZE” DI GELLO E LE MELORIE

Informiamo la cittadinanza, tutta, che per  il 10 Aprile ore 18.00  è stata convocata in Sala Giunta una nuova seduta della IVª Commissione a cui saranno presenti amministratori e tecnici di Geofor s.p.a.,  ARPAT ed Ecofor s.p.a. per parlare dei problemi legati alle criticità del polo ambientale di Gello, ( interessato  recentemente da un incendio  alla Eco Acciai ) e che, la scorsa estate ha creato non pochi problemi e disagi ai nostri concittadini de Le Melorie.

O.d.g.:

Interrogazione del Movimento 5 Stelle Ponsacco – Attuazione Delibera n° 41 del 30/09/2016 – Mozione maleodoranze impianto di smaltimento rifiuti sito in loc. Gello di Pontedera;
 Varie ed eventuali.       Convocazione IVª Commissione

manifesto70x100liberi

 

RECLAMIAMO RISPOSTE (MALEODORANZE GELLO ESTATE 2016)

faq3-1-

RECLAMIAMO RISPOSTE

Perchè:

Sono trascorsi oltre 6 mesi ( estate 2016) da quando dei nostri concittadini , che abitano  nella località del Le Melorie, hanno segnalato malesseri dovuti all’aria divenuta “difficilmente respirabile” a causa dell’arrivo della calura estiva.

Per avere  spiegazioni e chiarimenti riguardo alle maleodoranze, il                  ” puzzo” proveniente dalla discarica di Gello- Pontedera, a noi confinante, abbiamo dovuto portare in Consiglio Comunale una richiesta scritta ( Mozione) e finalmente, ma con molta fatica,  siamo riusciti a fare convocare la Commissione Comunale competente in materia.

FINALMENTE, ma nel silenzio quasi totale di un’ amministrazione quasi “imbarazzata” è stato fissato un incontro, era il 13 febbraio u.s., al quale è stata richiesta la partecipazione di Arpat, Geofor e dei soggetti , tutti, interessati allo scopo di ricevere chiarimenti sui fatti sopra richiamati e che si ripetono ormai da anni.

Solo la presenza  di cittadini in sala ha consentito il riconoscimento agli stessi di fare delle domande, visto che la nostra richiesta, presentata in forma scritta come M5S era stata respinta !!!

Tuttavia risposte non sono state date e non tutti i soggetti interessati erano presenti: fra tutti ARPAT.

ARPAT il garante per la sicurezza ambientale, così come riconosciuto dallo stesso assessore Turini, durante la presentazione del Bilancio di previsione 2017 In Val di Cava.

ARPAT che da anni è a conoscenza delle problematiche dell’area di Gello non era PRESENTE !!!

Per questo motivo abbiamo CHIESTO un nuovo incontro con richiesta scritta inviata il 22 febbraio u.s.

In data 28  marzo abbiamo sollecitato una risposta e finalmente, chiedi, è arrivata una risposta:

Gli stessi referenti ci hanno confermato di aver ricevuto l’invito, ma ad eccezione di Geofor, non abbiamo ancora ricevuto una risposta da parte di Arpat ed Ecofor Service, nonostante i nostri solleciti

Premesso ciò, ci stiamo preoccupando di continuare a chiedere un cortese riscontro e non appena ci forniranno una risposta procederemo a convocare la Commissione.

Naturalmente neppure noi ci stancheremo di chiedere perché I CITTADINI  HANNO DIRITTO AD AVERE  RISPOSTE !!!

PERCHE’ LA DEMOCRAZIA E’ UNA CONQUISTA E SPETTA A CIASCUN CITTADINO MANTENERLA IN VITA, FACENDO DOMANDE E PRETENDENDO RISPOSTE DAI PROPRI RAPPRESENTANTI; ATTRAVERSO UN CONTROLLO CIVICO DELLE SCELTE OPERATE DALL’AMMINISTRAZIONE.

A riveder le stelle