Archivi categoria: Viabilità

Il caso dell’oleodotto!

Come alcuni cittadini sapranno, in Val di Cava nel Marzo 2017 c’è stato uno sversamento di idrocarburi dovuto, alla rottura dell’oleodotto che attraversa il nostro comune e collega Livorno a Calenzano.

OleodottoCopertinaArticolo

Ebbene dopo la scoperta di tale rottura a “causa del verificarsi di una microfessurazione nella tubazione”, come riportato da ENI s.p.a. e successivamente da un articolo dell’Assessore Turini, ENI ha iniziato i lavori di bonifica in emergenza, della zona (agricola) tra interruzioni e contestazioni degli abitanti della zona.

A tale proposito il Movimento 5 Stelle si è mosso facendo un sopralluogo a Settembre con i nostri due Consiglieri Comunali. Successivamente interfacciati con la Consigliera Regionale del M5SToscana Galletti, la quale ha presentato un interrogazione in data 5 Ottobre 2017 alla Regione Toscana, per sapere a che punto erano i lavori di bonifica che da fine Luglio al 27 Agosto si erano interrotti.  A questo punto anche noi del Movimento 5 stelle di Ponsacco abbiamo presentato un ulteriore interrogazione in data 13 Ottobre 2017, in questo caso rivolta al Comune di Ponsacco, per avere ulteriori chiarimenti sullo stato dei fatti.

La risposta del Comune di Ponsacco in realtà non è stata altro che reindirizzare a noi un resoconto di ENI alla nostra Amministrazione.

Emerge dalla riposta di ENI che i lavori sono proseguiti correttamente nonostante svariate pause, causate da proteste/litigi tra ENI stessa ed alcuni abitanti di via delle Colline (traversa che tiene il nome della provinciale), dalla quale si può accedere al luogo dello sversamento.

Inoltre veniamo a conoscenza che tale strada è privata e gestita dagli abitanti che se ne servano per accedere alle loro proprietà, indi per cui non utilizzabile da estranei, chiunque essi siano, per raggiungere il terreno interessato dallo sversamento.

Viene contestata ad ENI da parte dei cittadini della via privata il fatto, che la suddetta non ha le caratteristiche normative e strutturali di una strada pubblica e,  sopratutto in virtù del fatto che per accedere al luogo dello sversamento esiste un accesso “da una via pubblica” e cioè via Pinocchio, facente parte del Comune di Ponsacco, più vicina al punto di rottura del tubo di quanto non lo sia via delle Colline e dalla quale ENI può accedere all’elodotto in virtù di un  contratto di servitù di passo esistente tra ENI e il proprietario del terreno da bonificare!! Servitù che serviva esplicitamente per eseguire manutenzione all’oleodotto!!

Planimetria

Il risvolto delle svariate peripezie e litigi tra ENI (sostenuta dall’Amministrazione durante un incontro svoltosi  in municipio alla presenza di tutte late parti coinvolte) ed alcuni cittadini proprietari della strada, è stato il danneggiamento del manto stradale (realizzato a spese dei residenti) dovuto al transito dei mezzi pesanti.

Nonostante tutto il passaggio dei camion è andato avanti fino ai primi di Settembre quando è esploso il contenzioso inevitabile tra ENI e alcuni residenti di via Delle Colline.

Anche noi come Movimento 5 Stelle Ponsacco ci chiediamo a questo punto il perché ENI e Comune di Ponsacco si siano ostinati ad usare come strada di accesso via Delle Colline, anche ad emergenza conclusa (come spiegato da ENI alla risposta alla nostra interrogazione) quando non avevano e non hanno diritto a usarla e, soprattutto si sono ostinati a non passare da una via pubblica più vicina, e più grande, come via Pinocchio.

Dulcis in fundo arriviamo al Consiglio Comunale del 15 Novembre 2017 e veniamo a conoscenza che, al punto 7 dell’ordine del giorno vi è una proposta da parte  del Comune di Ponsacco di rendere pubblica la via privata Delle Colline.

La cosa ci fa indignare non poco, soprattutto per l’insistenza dell’Amministrazione nel voler a tutti i costi usufruire di una via privata quando non ci sarebbero le condizioni e, in secondo luogo perché non capiamo quali siano i motivi che  sembrerebbero  indurla, con la suddetta scelta ad imporre le esigenze di ENI a discapito di propri  cittadini che rivendicano soltanto  il rispetto dei propri diritti!! Per la cronaca, il punto 7 dell’ordine del giorno del Consiglio Comunale non è stato discusso perché, non essendoci pervenuta la documentazione in tempo debito (24 ore prima del CC) l’argomento non poteva essere affrontato in detta seduta.

In questi giorni è arrivata l’ “ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE PER ACCESSO SU PROPRIETA’ PRIVATA PER LA MESSA IN SICUREZZA / BONIFICA AMBIENTALE IN LOCALITA’ VAL DI CAVA. Ordinanza n° 163/2017″ ai cittadini che si sono opposti al passaggio, rivendicando la via Delle Colline come privata, quando in realtà l’emergenza è passata. È stata la stessa ENI ad asserire che devono essere fatti solo lavori di ripristino del sito di scavo, essendo terminata l’emergenza d’intervento.

Come M5S continuiamo a non capire l’insistenza di Eni S.p.a. e l’accondiscendenza da parte del Comune di Ponsacco verso quest’ultima a voler a tutti costi sfruttare una via privata senza averne diritto e a non utilizzare, invece, una strada pubblica, come previsto dal contratto di servitù tra ENI e il proprietario del terreno da bonificare!!

Infatti, passata l’emergenza, come dalla stessa dichiarato  con nota di risposta alla nostra interrogazione e dallo stesso assessore, non essendo la via privata l’unica strada percorribile per raggiungere il terreno da bonificare,  passando da via Pinocchio  oggi ENI avrebbe  terminato la propria opera  e chiuso il cantiere.

Questa a nostro avviso sarebbe stata la scelta da mettere in campo per la salvaguardia dei diritti dei cittadini decantati  in detta contestata ordinanza.

Cosa impone ad Eni s.p.a. a non passare da via Pinocchio?   .….. Mistero!

Le Melorie – Il degrado della nostra periferia

Nel Luglio scorso alcuni cittadini di Ponsacco, residenti in Località Le Melorie, stanchi delle continue segnalazioni fatte senza giungere ad alcun risultato, hanno raccolto alcune immagini a  testimonianza del degrado che attanaglia la nostra periferia e ce le hanno inviate.

Vogliamo che a parlare sia solo questo video- testimonianza che, sicuramente, vale più di mille parole ma restiamo allibiti se, veramente, la nostra Amministrazione Comunale è rimasta inerte di fronte alle molte segnalazioni che i concittadini ci hanno detto aver fatto.

 

Abolita la Provincia ma non i costi!!!

 

Risultati immagini per specchio per le allodole

La fu provincia di Pisa o dovremmo dire il suo fantasma  visto che dopo la riforma, a dire dei nostri amministratori , questo ente non esiste più ma costa a noi Ponsacchini  Euro 4.000,00.

Determina  330 del 10/06/2016

 Lungo la variante alla SRT 439, 3° lotto della circonvallazione di Ponsacco, viabilità di competenza della Provincia di Pisa, insistono n° 2 rotatorie (una di accesso in direzione Fossa Nuova e Zona Industriale e una di accesso a via Le Melorie;
- sulla stessa variante in direzione Ponsacco capoluogo e Perignano, nel Comune di Casciana Terme Lari, insiste altresì una consistente rotatoria, comunemente denominata il “Fagiolo” di notevoli dimensioni;


la manutenzione delle sopraccitate rotatorie compete al Servizio Viabilità della Provincia di Pisa, ma per numerosi motivi, legati anche alle modifiche dell’assetto organizzativo, compreso la riallocazione in altri Enti del personale normalmente impegnato nei lavori di manutenzione quali taglio dell’erba, ecc., la stessa Provincia non è in grado di mantenere sufficientemente tali aree;
   … ”

Pertanto, il Comune di Ponsacco ha  firmato con la stessa  la “Convenzione per la gestione del verde sulle rotatorie e sulle aiuole lungo la rete viaria provinciale tra la Provincia di Pisa e il Comune di Ponsacco” e ha affidato il servizio per i lavori di manutenzione straordinaria del verde sulle rotatorie insistenti su viabilità provinciale alla Cooperativa Sociale Ponteverde Onlus con sede in Pontedera, ai sensi dell’art. 36 comma 2, lett. a) del D. Lgs. 50/2016, per l’importo di € 3.538,00 compreso I.V.A. 22%, oltre a € 462,00 per imprevisti ed accordi bonari.

TOTALE EURO 4.000,00

Il Solito specchio per le allodole (o meglio: per gli allocchi) per fare FINTE RIFORME e, al solito,  il cittadino paga!!!

 

Le Melorie: Frazione di un Comune Assente

Le Melorie

Dalle Segnalazioni che molti cittadini ci stanno facendo pervenire abbiamo l’impressione  che questa amministrazione comunale sia un po’ poco presente sui territori limitrofi e sulle sue frazioni.

In questo articolo tratteremo delle moltissime problematiche più volte segnalateci da diversi nostri concittadini residenti nella frazione Le Melorie  che ci ricordano, con un pò di sarcasmo, essere anche loro cittadini del Comune di Ponsacco. Essi lamentano, ci permettiamo di aggiungere, per l’ennesima volta, visti i nostri precedenti articoli del gennaio 2015 (Il Comandante risponde… e Sicurezza, dove eravamo rimasti?), il perdurare della quasi totale mancanza di rispetto  dei divieti posti all’entrata di questa frazione da parte dei mezzi pesanti non autorizzati, che, puntualmente, transitano indisturbati lungo la strada principale della suddetta frazione.

Disegno senza titolo (5)

Ovviamente Il continuo passaggio di mezzi pesanti e la mancata manutenzione ha portato la strada principale e le strade limitrofe ad essere in condizioni pessime con lo sgretolamento del manto stradale facendo venir meno, a volte, anche la sicurezza degli stessi  automobilisti e, sopratutto, ciclisti e centauri.

Stato Strade

Anche  i marciapiedi sono in situazione di totale abbandono ed in condizioni al limite della sicurezza  mettendo in pericolo i pedoni, rendendoli impossibili da percorrere per disabili in carrozzina e mamme con passeggini e carrozzine vista anche la  presenza di barriere architettoniche.

Disegno senza titolo (4)

A tutto questo si aggiunge il parcheggio selvaggio da parte di autoveicoli che sono di ostacolo al traffico e pericolosi in quanto impediscono la normale visibilità per chi si deve immettere in strada, o, peggio, attraversare la stessa.Disegno senza titolo (6)

Poi abbiamo la totale mancanza di manutenzione degli scoli d’acqua piovana; ciò basta affinché con una lieve pioggia, le strade inizino ad allagarsi.

Disegno senza titolo (7)

Infine ma non meno importante, la pulizia e lo sfalcio dei terreni incolti. Come già scritto recentemente  (Segnali d’inciviltà ) ogni cittadino deve rispettare la legge ma  L’ Amministrazione Comunale   deve farsi garante affinché le regole vengano rispettate facendo lei da esempio. Ci sono , infatti, zone pubbliche dove il loro totale abbandono ha visto crescere erba e rovi, anche tra materiale abbandonato.Disegno senza titolo (8)

E’ necessario poi che la stessa Amministrazione si doti di strumenti con i quali  questo tipo di segnalazioni possano essere fatte con semplicità e la semplicità paga in termini di partecipazione. Gli Strumenti ci sono (Esempio è il portale della Fabbrica del Cittadino) e molte amministrazioni locali  vi hanno già aderito.

Lo stesso comandante della polizia municipale di Ponsacco, in una intervista rilasciata al quotidiano Il Tirreno, lo scorso 14 Giugno 2016, afferma: «Stiamo controllando il territorio, anche sulla base delle segnalazioni, chi non ha rispettato le norme sarà sanzionato. È praticamente impossibile controllare in maniera capillare tutto il territorio. Le segnalazioni dei cittadini sono fondamentali».

Noi, intanto, ci auguriamo che questa lunga serie di segnalazioni possano, nel frattempo, essere in tempi brevi sanate per dare un segnale forte ai cittadini che abitano la frazione Le Melorie, in quanto,  residenti entro il Comune di Ponsacco, pagano le tasse e pretendono, giustamente,  servizi, sicurezza, manutenzione della viabilità e delle aree pubbliche.